Sentinelesi: Survival International chiede di non recuperare il corpo dell’americano ucciso

I Sentinelesi vivono nella loro isola da circa 55.000 anni e non hanno contatti con il mondo esterno.

I Sentinelesi vivono nella loro isola da circa 55.000 anni e non hanno contatti con il mondo esterno.

© Survival International

Il Direttore generale di Survival International Stephen Corry ha diffuso oggi questa dichiarazione:

“Chiediamo alle autorità indiane di abbandonare ogni intenzione di recuperare il corpo di John Allen Chau. Ogni tentativo è estremamente pericoloso, sia per i funzionari indiani, sia per i Sentinelesi, che rischiano di essere spazzati via dalle malattie introdotte dall’esterno.

“Il rischio di un’epidemia mortale di influenza, morbillo o di altre malattie importate dall’esterno è molto alto, e cresce a ogni contatto. Già in passato, a seguito di tentativi analoghi, i Sentinelesi hanno cercato di difendere la loro isola con la forza.

“Il corpo di Chau dovrebbe essere lasciato in pace, esattamente come i Sentinelesi. Le restrizioni alle visite sulle isole devono essere pienamente ripristinate e la zona di esclusione intorno all’isola deve essere effettivamente rispettata.”

“Se la loro terra non sarà protetta, le tribù incontattate rischiano la catastrofe. Stiamo facendo tutto il possibile per rendere le loro terre sicure, e dare loro la possibilità di scegliere come vivere.”