Questa pagina è stata aggiornata l'ultima volta il agosto 15, 2018 e potrebbe contenere un linguaggio ormai obsoleto.

I Boscimani del Kalahari, in Botswana, hanno lanciato una disperata richiesta di aiuto a Leonardo Di Caprio, protagonista del film "The blood diamond" [diamante insanguinato], in uscita nei prossimi mesi. Il loro appello è apparso oggi a piena pagina sulla famosa rivista americana "Variety".

I Boscimani hanno anche spedito una lettera a Di Caprio in cui il portavoce boscimane Roy Sesana scrive: "Alcuni amici ci hanno detto che lei è nel film "The blood diamond", che mostra quanto profondamente possano ferire i diamanti. Noi lo sappiamo bene. Quando siamo stati cacciati dalle nostre terre, i funzionari ci dissero che ciò stava succedendo perché erano stati trovati i diamanti.

Per favore, ci aiuti. Sappiamo che lei è un uomo famoso e rispettato, e che se lei parlerà per noi, molte persone l'ascolteranno. Noi vogliamo solo tonare a casa, cacciare, raccogliere e vivere in pace come abbiamo sempre fatto
".

Il governo del Botswana ha brutalmente espulso i Boscimani Gana e Gwi dalle loro terre del Kalahari centrale, area che ora la De Beers sta esplorando alla ricerca di diamanti. I Boscimani chiedono di boicottare il governo del Botswana e la De Beers fino a quando non verrà data loro la possibilità di tornare nelle loro terre.

Gli attori Colin Firth e Julie Christie si sono già pronunciati in favore dei Boscimani. Julie Christie ha dichiarato che "i diamanti sono tuttora causa di miseria e sofferenza, non si tratta solo di storia passata. Lo sfratto dei Boscimani del Botswana dimostra chiaramente che le popolazioni locali stanno ancora oggi soffrendo a causa di queste pietre".

"I Gana e i Gwi ora rischiano la totale estinzione, e non a causa di una guerra bensì per essere stati derubati della loro terra. È terribile che ciò possa accadere ancora oggi, nel ventunesimo secolo. Per questa ragione sempre più persone vedono le gemme della De Beers e del governo del Botswana come i 'diamanti del conflitto."
Stephen Corry, direttore di Survival.

I Boscimani Gana e Gwi, mediante la loro organizzazione "First people of the Kalahari" hanno lanciato un proprio sito web alcuni giorni fa. Visitalo all'indirizzo: www.iwant2gohome.org

Per scaricare una versione pdf dell'annuncio pubblicitario e una cartella stampa, clicca sulle icone in fondo.

Per ulteriori informazioni:
Francesca Casella – 02 8900671 – [email protected]
Oppure Miriam Ross – 0044 207 6878734 – [email protected]

Condividere

  • Facebook
  • WhatsApp
  • Copy