India: giornalista perseguitato per aver denunciato lo sfruttamento delle donne Jarawa

Le donne Jarawa vengono adescate con alcool e droghe dai bracconieri, che vogliono abusarne sessualmente.

Le donne Jarawa vengono adescate con alcool e droghe dai bracconieri, che vogliono abusarne sessualmente.
© Survival

Il giornalista e attivista Denis Giles viene perseguitato dalla polizia delle isole Andamane, in India, per aver pubblicato la rara testimonianza diretta di un uomo Jarawa che denuncia lo sfruttamento sessuale delle giovani donne della sua tribù da parte dei bracconieri.

Denis Giles è il direttore del giornale locale Andaman Chronicle. Dopo aver lanciato la storia due settimane fa, il giornalista ha ricevuto sei notifiche formali dalla polizia, è stato minacciato di denuncia per diffamazione ed è stato sottoposto a un totale di cinque ore di interrogatorio.

I bracconieri entrano illegalmente nella riserva degli Jarawa e rubano la selvaggina da cui la tribù dipende per la propria sopravvivenza. L’Andaman Chronicle ha pubblicato per primo una rara registrazione audio in cui un uomo Jarawa denuncia che i bracconieri portano alcol e marijuana nella loro foresta, e abusano sessualmente delle donne della tribù.

Denis Giles ha fondato l’organizzazione locale SEARCH per proteggere gli interessi degli Jarawa. Nel 2011, SEARCH si è unita alla campagna di Survival International per il boicottaggio della Andaman Trunk Road, la strada che ogni giorno porta centinaia di turisti nel cuore della riserva degli Jarawa.

“Invece di perseguire quei bracconieri identificati dagli Jarawa per aver abusato delle donne della tribù, la polizia delle Andamane sembra più determinata a perseguitare i messaggeri” ha commentato oggi Stephen Corry, Direttore generale di Survival International. “Non è difficile interpretare la pressione continua della polizia su Denis Giles come un tentativo delle autorità di impedire che il giornale denunci lo sfruttamento della tribù.”