Indonesia: attacco a una tribù in una piantagione di palma da olio

Gli Orang Rimba vivono da generazioni nelle foreste di Sumatra, ma oggi sono minacciati.

Gli Orang Rimba vivono da generazioni nelle foreste di Sumatra, ma oggi sono minacciati.

© Survival

In Indonesia, alcuni membri della tribù nomade degli Orang Rimba sono stati attaccati e i loro beni bruciati durante lo sfratto da una piantagione di palma da olio che si trova nella loro terra ancestrale.

Gli Orang Rimba sono una tribù nomade di cacciatori-raccoglitori; da generazioni dipendono dalla loro foresta sull’isola di Sumatra e se ne prendono cura. Nonostante sia stato creato un parco nazionale per proteggere la fauna locale e – cosa senza precedenti in Indonesia – la tribù, il governo indonesiano ha trasferito la proprietà di gran parte delle loro terre ancestrali a compagnie che commerciano palma da olio, legname e altro.

Molti Orang Rimba sono quindi costretti a vivere nelle piantagioni, raccogliendo semi di palma da olio e cacciando cinghiali. La tribù è stata accusata di furto dalla compagnia che opera nell’area per aver raccolto semi, anche se le palme sono nella terra ancestrale degli Orang Rimba e la tribù non considera tale raccolta come furto.

“Questa è la nostra terra ancestrale. La nostra vita e la morte sono in questa terra. Come può esserci vietata?" ha detto un uomo Orang Rimba. "I nostri bambini non possono raccogliere i semi caduti dalle palme da olio. Come possono proibirlo? Hanno piantato alberi ovunque nella nostra terra.”

La compagnia PT Bahana Karya Semestra (BKS), di proprietà di Sinar Mas, ha di recente ordinato agli Orang Rimba di andarsene. Alcuni membri della tribù hanno raccontato che stavano preparandosi ad andarsene quando sono stati attaccati, picchiati e accoltellati dagli agenti di sicurezza della BKS.

La sicurezza ha dato fuoco ai loro rifugi, ai veicoli e a centinaia di perizomi. Nella loro cultura, questi ultimi sono considerati i beni più preziosi. Rappresentano ricchezza e prestigio, e sono utilizzati per pagare le multe secondo la legge consuetudinaria degli Orang Rimba.

La tribù si è vista derubare di terre e risorse, e ora subisce violenze nel nome del “progresso”. Survival International, il movimento mondiale per i diritti dei popoli indigeni, chiede che venga riconosciuto il diritto alla terra ancestrale degli Orang Rimba.