Annatto: dalle pitture corporali degli Indiani amazzonici al popcorn

 
La pianta che dà a molti prodotti la loro tipica colorazione rossa o gialla è una scoperta degli Indiani amazzonici – un altro regalo dei popoli indigeni all’umanità.

A prima vista, non sembrerebbe esserci nessun legame tra gli Indiani incontattati nella foresta pluviale del Brasile nord occidentale, formaggi come il Cheddar inglese o il Maroilles francese, il rossetto e il popcorn.

Tuttavia, qualcosa che li accomuna tutti esiste ed è un albero dai fiori rosa con le foglie a forma di cuore chiamato “achiote”, indigeno del Sud America. Il suo nome deriva dalla parola nahuatl “achiotl”, ma è noto anche come “aploppas” mentre nella lingua tupi è conosciuto come “urucu”.

I semi dell’annatto prima della lavorazione.
I semi dell’annatto prima della lavorazione.
© Fiona Watson, Survival

I semi rossastri della pianta sono contenuti in capsule ricoperte di spine e producono un pigmento comunemente noto come annatto, utilizzato dagli Indiani in molti modi diversi. Si pensa che gli Aztechi li aggiungessero al cioccolato bevuto dai sacerdoti; oggi i Tsáchila dell’Ecuador li usano per tingersi i capelli e gli Zo’é del Brasile per decorare i loro corpi. Molte tribù adoperano l’annatto come tintura tessile e come spezia alimentare.

Gli Indiani sudamericani utilizzano l’annatto anche come medicinale: come afrodisiaco e digestivo, come protezione solare o repellente per gli insetti. I guaritori dell’Amazzonia peruviana spremono il succo delle foglie verdi per curare le infezioni agli occhi.

Un uomo con il corpo dipinto di rosso nell’orto di una comunità incontattata, circondato da banani e alberi di annatto.
Un uomo con il corpo dipinto di rosso nell’orto di una comunità incontattata, circondato da banani e alberi di annatto.
© G. Miranda/FUNAI/Survival

L’annatto è divenuto il colorante naturale più famoso al mondo, dopo il caramello, solo negli ultimi anni. Quando i semi vengono schiacciati e inzuppati nell’acqua, producono una pasta giallo-arancio oppure rossa, utilizzata per tingere di giallo il Cheddar e il Maroilles, per dare la sfumatura arancione a certi oli da insalata e al popcorn, e dare ai rossetti la loro intensa colorazione rossa. Viene utilizzato anche come additivo dello zafferano e per trattare l’ipercolesterolemia, la calvizie e l’ipertensione.

L’annatto è uno dei tanti regali che i popoli tribali hanno fatto all’umanità, e testimonia la loro enciclopedica conoscenza dei loro ecosistemi.

[Traduzione di Elena Pozzi.]