Compagnie petrolifere bandite dalla riserva delle tribù incontattate 21 maggio 2010

Un uomo Murunahua contattato negli ultimi anni, fiume Yurua, Perù.
Un uomo Murunahua contattato negli ultimi anni, fiume Yurua, Perù.

© Survival

Accesso vietato alle compagnie petrolifere e del gas! La decisione è stata resa nota questa mattina nel corso di un evento organizzato a Londra dalla Perupetro, la compagnia statale responsabile dell’esplorazione petrolifera e del gas in Perù.

La zona interdetta è una riserva abitata da alcune tribù incontattate dell’Amazzonia peruviana, prima aperte all’esplorazione da parte della società brasiliana Petrobras, in particolar modo nella zona nota come “Lotto 110”.

Nella riserva abitano alcuni degli ultimi popoli incontattati rimasti al mondo. Alcuni Murunahua (o Chitonahua) furono contattati per la prima volta a metà degli anni Novanta e, come conseguenza, più della metà della tribù morì.

Contemporaneamente, tuttavia, la Perupetro ha anche annunciato l’intenzione di aprire 25 nuovi “lotti” d’esplorazione per un totale di 10 milioni di ettari, quasi tutti in Amazzonia. La notizia è stata immediatamente criticata dall’organizzazione nazionale dei popoli indigeni dell’Amazzonia peruviana, l’AIDESEP, che l’ha definita “un’ennesima provocazione” e una “nuova minaccia” alla vita degli indigeni del Perù.

La Perupetro ha dato il via a un campagna promozionale all’inizio di questa settimana e la prima tappa del viaggio è stata la città americana di Houston. L’amministratore delegato della compagnia, Daniel Saba, è noto per suoi numerosi e scottanti commenti, tra cui quelli con cui ha negato l’esistenza delle tribù isolate o la creazione di riserve istituite a loro protezione.

“L’interdizione delle compagnie petrolifere e del gas dalla riserva dei Murunahua è un’ottima notizia” ha dichiarato Stephen Corry, direttore generale di Survival International, "perché la loro presenza è potenzialmente molto pericolosa per le tribù e nessuna compagnia dovrebbe avere il permesso di operare in aree simili. Tuttavia, la Perupetro deve estendere subito questo divieto ad altre aree del Perù. Le compagnie non dovrebbero operare senza il consenso della popolazione locale, che si tratti o meno di una tribù incontattata”.

Il ricercatore di Survival David Hill ha incontrato alcuni Murunahua già contattati ed è disponibile per interviste.

Recentemente Survival ha lanciato una campagna pubblicitaria a sostegno dei popoli incontattati del Perù. Leggi o scarica l’annuncio.

 

Condividi questa storia.

 

Tieniti aggiornato

Iscriviti alla newsletter elettronica di Survival:

Ricevi le notizie in tempo reale:

 

o seguici su Internet:

Archivio notizie