Petizione urgente

Boicotta le riserve delle tigri in India

© Survival

Centinaia di migliaia di indigeni dentro e nelle vicinanze delle riserve delle tigri in India rischiano di essere sfrattati illegalmente dalle loro terre ancestrali nel nome della conservazione. Rischiano arresti, pestaggi e torture per mano dei guardaparco – orribilmente, ad alcune persone hanno addirittura sparato a vista.

Mentre sono costretti a lasciare le loro terre con la violenza, per i facoltosi turisti le porte restano aperte. Un uomo Jenu Kuruba ci ha detto: “Ci hanno sfrattato con il pretesto che facevamo rumore e che disturbavamo la foresta. Ma ora ci sono grandi quantità di jeep e veicoli turistici – loro non disturbano gli animali?”

l popolo tribali dell’India hanno il diritto di vivere nelle loro foreste e di proteggerle, anche nelle riserve delle tigri. Ma di recente l’autorità indiana per la protezione della tigre ha emesso un ordine illegale che nega tutto questo. Ciò è destinato a portare a nuovi sfratti – e con essi, nuove terribili sofferenze.

Per favore unisciti al boicottaggio di tutte le riserve della tigre in India fino a quando i diritti dei popoli tribali non saranno rispettati – per le tribù, per la natura, per tutta l’umanità.

Mi impegno a non visitare alcuna riserva delle tigri in India fino a quando l’autorità indiana per la protezione della tigre non revocherà la sua ordinanza illegale e pericolosa e rispetterà i diritti delle tribù a vivere nelle loro foreste e a proteggerle.

 


Nessun spamming nè cessione a terzi


Vorremmo tenerti aggiornato sul nostro lavoro e sugli sviluppi delle campagne, segnalarti articoli, video o notizie di rilievo, e inviarti richieste di azione urgente quando davvero importante.

Le informazioni che ci fornirai saranno conservate da Survival International Italia. Se volessi modificare le modalità di trattamento dei tuoi dati, chiamaci al numero 02 8900671 oppure scrivici a [email protected]. Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati personali, leggi la nostra pagina sulla Privacy.