Petizione urgente

Boicotta il Parco Nazionale di Kaziranga

© JEEPAL

I popoli indigeni che vivono nei pressi del Parco Nazionale di Kaziranga vengono arrestati, picchiati e uccisi a causa della famigerata politica dello “sparare a vista” applicata nel parco. Al suo interno, cinquanta persone sono state uccise estragiudizialmente nel corso degli ultimi tre anni, e un uomo indigeno con gravi difficoltà di apprendimento è stato ucciso nel 2013 con un’arma da fuoco. L’anno scorso, un guardaparco ha sparato e reso permanentemente invalido un bambino indigeno di sette anni.

I guardaparco hanno immunità penale effettiva e sono incoraggiati a sparare a vista ai sospetti bracconieri.

Sparare a vista non aiuta a contrastare il bracconaggio: lascia che coloro che controllano lo controllano – criminali collusi con funzionari corrotti – rimangano in libertà. È una truffa. Mentre gli indigeni vengono uccisi perché entrano nel parco, più di 170.000 turisti vengono accolti ogni anno.

Per favore unisciti al boicottaggio del turismo lanciato da Survival e fai pressione sulle autorità del parco impegnandoti a non visitare il parco di Kaziranga fino a quando i suoi guardaparco non smetteranno di sparare a vista alle persone.

Mi impegno a non visitare il Parco Nazionale di Kaziranga fino a quando i suoi guardaparco non smetteranno di sparare a vista alle persone.

 

Nessun spamming nè cessione a terzi

Vorremmo tenerti aggiornato sul nostro lavoro e sugli sviluppi delle campagne, segnalarti articoli, video o notizie di rilievo, e inviarti richieste di azione urgente quando davvero importante.

Le informazioni che ci fornirai saranno conservate da Survival International Italia. Se volessi modificare le modalità di trattamento dei tuoi dati, chiamaci al numero 02 8900671 oppure scrivici a [email protected]. Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati personali, leggi la nostra pagina sulla Privacy.