E-mail urgente

I popoli incontattati del Perù non possono più aspettare!

La Sierra del Divisor è un ambiente unico e ad altissima biodiversità, abitato da molti popoli incontattati.

La Sierra del Divisor è un ambiente unico e ad altissima biodiversità, abitato da molti popoli incontattati.
© Diego Perez

Dopo 28 anni di lungaggini burocratiche, il governo peruviano non ha ancora riconosciuto legalmente molti territori indigeni da cui i popoli incontattati e contattati di recente dipendono per la loro sopravvivenza.

Rinviare la protezione di questi territori indigeni è immorale, illegale e genocida.

La lobby del petrolio e del gas è molto potente nella regione. I popoli indigeni del Perù hanno bisogno che i loro alleati in tutto il mondo li aiutino a difendere le terre dei popoli incontattati, per permettere loro di sopravvivere.

Per favore, intervieni subito per i popoli più vulnerabili del pianeta. Manda una e-mail al governo peruviano per chiedergli di riconoscere e proteggere in modo permanente i territori indigeni e di espellere le aziende estrattive che vi operano.

È l’unico provvedimento che potrà permettere alle tribù incontattate di sopravvivere e prosperare.

E-mail inviate:  Aiutaci a raggiungere 15.000!



a: Presidente Sagasti, Ministro Alejandro Neyra, Ministro Eduardo Vega

Target email addresses:[email protected][email protected][email protected]

CC email addresses: [email protected]

Egregi Presidente Sagasti, Ministro Alejandro Neyra e Ministro Eduardo Vega:

Sono estremamente preoccupato che il governo peruviano abbia rimandato la creazione delle cinque riserve indigene proposte ormai tra i 15 e i 28 anni fa (Kakataibo, Yavarí-Tapiche, Yavarí-Mirim, Napo-Tigre e Sierra del Divisor Occidental).

Le tribù incontattate sono i popoli più vulnerabili del pianeta e dipendono dalla loro terra per sopravvivere. Sono cittadini peruviani a pieno titolo e il vostro governo ha il dovere di difendere le loro vite, i loro territori e i loro diritti, come previsto dalle leggi nazionali e internazionali.

Insieme alle organizzazioni indigene peruviane, vi chiedo di concludere urgentemente il processo di creazione delle cinque riserve indigene, di garantire la loro protezione permanente e di espellere con effetto immediato tutte le compagnie estrattive da quei territori bloccando tutte le estrazioni di petrolio e gas.

Questi attacchi ai popoli indigeni del Perù sono un assalto al cuore e all’anima della vostra nazione, e una minaccia per tutta l’umanità.

Cordiali saluti.