© Fiore Longo/Survival

Sapere che guardie finanziate dal WWF hanno stuprato donne incinte e torturato degli indigeni, come rivelato da BuzzFeed, ti ha sconvolto?

Puoi evitare che simili atrocità si ripetano partecipando alla campagna contro l’ultimo progetto del WWF. Il WWF sta cercando di creare un nuovo parco nazionale in Congo. Si chiama Messok Dja e sta distruggendo i Baka del paese.

I Baka temono per il loro futuro.

Stanno per essere derubati delle foreste che abitano e proteggono da generazioni. È un furto di terra capeggiato dalle organizzazioni occidentali, proprio come accadeva in epoca coloniale. Se non sarà fermato, le loro vite saranno distrutte.
 
I Baka sono sfrattati per permettere la creazione di un nuovo parco nazionale nel Bacino del Congo, il Messok Dja, sostenuto dal WWF (Fondo mondiale per la natura). Ed è completamente illegale.

È arrivato il momento di decolonizzare la conservazione.

A dispetto di quello che il WWF potrebbe dire, i Baka non hanno dato il loro consenso a questo progetto. E come potrebbero? Da anni i guardaparco finanziati dal WWF entrano nella foresta dei Baka picchiando e torturando qualsiasi indigeno vi trovino.
 
“Se ci vedono, ci picchiano con i machete. Bam, bam, bam sul tuo corpo”, ci ha detto un uomo baka. Chi convive con la paura di essere perseguitato e di subire violenze non è certo nella posizione di dare il proprio consenso. 

Dobbiamo fermare la creazione di Messok Dja – per i Baka e per la natura.

La conservazione colonialista è destinata a fallire, così come ha fallito il colonialismo. Quando i locali vengono derubati delle loro terre e i loro mezzi di sostentamento vengono criminalizzati dalla conservazione, diventano nemici dei parchi nazionali.

Per favore, scrivi una e-mail al Direttore generale del WWF per chiedergli di non sostenere più la creazione del Parco Nazionale di Messok Dja.

Se vogliamo fermare il parco in tempo, dobbiamo intervenire subito.

E-mail inviate: : 8.735
Aiutaci a raggiungere 20.000!