E-mail urgente

Ferma la brutale politica dello sparare a vista

Negli ultimi tre anni, all’interno del parco nazionale indiano dove si ‘spara a vista’, le esecuzioni extragiudiziali da parte dei guardaparco sono state cinquanta. Indigeni innocenti rischiano di essere feriti, picchiati, torturati o uccisi da funzionari del parco pesantemente armati. Lo scorso anno una guardia ha sparato a un bambino indigeno di soli 7 anni. Akash (nella foto) ha trascorso cinque mesi in ospedale e resterà per sempre mutilato. Tutto questo avviene nel nome della conservazione.

Il Parco Nazionale di Kaziranga sostiene le esecuzioni extra-giudiziali incoraggiando i guardaparco a “uccidere gli indesiderati”. E ci sono piani per introdurre questa politica nelle riserve delle tigri di tutta l’India. I popoli indigeni vengono già pestati e perseguitati per costringerli a lasciare la loro foresta; armare i guardaparco causerebbe ulteriori violenze contro le tribù dell’India.

Ma prendere di mira i cacciatori indigeni distoglie l’attenzione dalla lotta ai veri bracconieri – criminali collusi con funzionari corrotti – e danneggia la conservazione.

È tempo che l’opinione pubblica internazionale faccia sentire la sua voce contro gli omicidi extragiudiziali e le torture nel nome della conservazione. Simili episodi non sarebbero tollerati in nessun altro ambito: tutti coloro che hanno a cuore i diritti umani e l’ambiente dovrebbero condannarli apertamente.

Per favore, scrivi al Ministro indiano dell’Ambiente e delle Foreste per chiedergli di proibire le politiche dello “sparare a vista” nei parchi nazionali e nelle riserve delle tigri dell’India, di rispettare la legge e di fermare tutti gli sfratti che non hanno il consenso libero, prioritario e informato delle comunità interessate.

E-mail inviate: Aiutaci a raggiungere 6.000!



a: Ministro Dr Harsh Vardhan

Target email addresses: [email protected]

CC email addresses: [email protected] [email protected] [email protected] [email protected] [email protected] [email protected]

 

Al destinatario viene inviato solo il tuo nome, non il tuo profilo Facebook nè l'indirizzo e-mail

Nessun spamming nè cessione a terzi

Vorremmo tenerti aggiornato sul nostro lavoro e sugli sviluppi delle campagne, segnalarti articoli, video o notizie di rilievo, e inviarti richieste di azione urgente quando davvero importante.

Le informazioni che ci fornirai saranno conservate da Survival International Italia. Se volessi modificare le modalità di trattamento dei tuoi dati, chiamaci al numero 02 8900671 oppure scrivici a [email protected]. Per maggiori informazioni sul trattamento dei dati personali, leggi la nostra pagina sulla Privacy.