L’emergenza Awá raggiunge il più alto organo per i diritti umani 7 maggio 2013

Il più importante organismo americano per i diritti umani ha ricevuto un'istanza urgente per salvare gli Awá, la tribù più minacciata del mondo, dagli invasori illegali.
Il più importante organismo americano per i diritti umani ha ricevuto un'istanza urgente per salvare gli Awá, la tribù più minacciata del mondo, dagli invasori illegali.

© Survival International

La Commissione Inter-Americana per i Diritti Umani (IACHR), il più importante organismo per i diritti umani del continente americano, ha ricevuto un’istanza urgente per salvare la tribù più minacciata del mondo. La segnalazione è stata presentata da Survival International in collaborazione con il CIMI, una Ong brasiliana per i diritti dei popoli indigeni.

L’istanza ufficiale chiede alla IACHR di riconoscere il governo brasiliano responsabile della mancata espulsione di centinaia di invasori illegali dalle terre degli Awá costringendolo a rendere conto della sua inerzia.

“Gli Awá non sopravvivranno senza la loro terra” si legge nel documento. “Lo Stato del Brasile non ha adottato misure efficaci e tempestive per proteggerli dai taglialegna, dagli allevatori e dai coloni che continuano ad invaderli.”

Gli Awá sono una delle ultime tribù di cacciatori-raccoglitori nomadi del Brasile e vivono in un’isola di foresta pluviale che sta scomparendo rapidamente: uno dei territori awá è già stato disboscato per oltre il 30%, e i taglialegna si stanno avvicinando sempre più alle comunità.

Per vivere, i 450 membri della tribù dipendono dalla foresta. Denunciano che cacciare è diventato sempre più difficile perché la selvaggina sta scomparendo e i cacciatori temono gli attacchi dei taglialegna armati.

Allevatori, coloni e taglialegna hanno già distrutto vaste aree della foresta degli Awá.
Allevatori, coloni e taglialegna hanno già distrutto vaste aree della foresta degli Awá.
© Fiona Watson/Survival

Cresce anche la preoccupazione per i circa 100 Awá incontattati, che gli invasori illegali costringono a un fuga perenne. Se la loro foresta sarà distrutta, rischieranno l’estinzione.

“Ci sono Indiani incontattati nelle vicinanze” ha raccontato a Survival Tatu, un uomo awá. “Mio fratello ha visto le loro capanne abbandonate. I taglialegna li stanno uccidendo? Lasciate vivere gli Indiani incontattati!”.

Da quando Survival ha lanciato la sua campagna per salvare gli Awá, un anno fa, il Ministro della Giustizia brasiliano ha già ricevuto più di 50.000 lettere. Da allora, il Governo ha dichiarato di aver messo gli Awá tra le sue priorità, ma ben poco è stato fatto.

“Il governo brasiliano deve dimostrare che è davvero in grado di proteggere i suoi cittadini più vulnerabili, gli Awá, dai criminali che stanno distruggendo la foresta pluviale” ha dichiarato oggi Stephen Corry, il Direttore Generale di Survival International. “Se non ha la forza di farlo la nazione più grande del Sud America, e una delle economie in più rapida crescita di tutto il mondo, allora tutte le minoranze dovrebbero preoccuparsi. Gli Awá rischiano l’estinzione, il momento per agire è questo.”

Note ai redattori:

- L’ultima volta che Survival ha presentato un’istanza alla Commissione Inter-Americana per i Diritti Umani (IACHR) è stato negli anni’80, a sostegno della sua storica campagna per gli Yanomami del Brasile, minacciati dall’invasione di cercatori d’oro. La campagna si concluse con successo, con la demarcazione e la protezione del territorio degli Yanomami.
- Leggi un riassunto dei punti principali dell’istanza presentata alla Commissione Inter-Americana per i Diritti Umani (in italiano, PDF, 291kb).
- La Commissione Inter-Americana per i Diritti Umani – IACHR è un organo autonomo dell’Organizzazione degli Stati Americani (OAS). La sua missione è promuovere il rispetto e la protezione dei diritti umani nel continente americano

 

Condividi questa storia.

 

Tieniti aggiornato

Iscriviti alla newsletter elettronica di Survival:

Ricevi le notizie in tempo reale:

 

o seguici su Internet:

Archivio notizie