E-mail urgente

Aiutaci a fermare l’assassinio dei leader guarani!

Senza la loro terra ancestrale, i Guarani non possono sopravvivere.
Senza la loro terra ancestrale, i Guarani non possono sopravvivere.
© Survival International

ULTIM’ORA (Settembre 2015): Alcuni sicari hanno ucciso un leader guarani, mentre crescono gli attacchi ad altre comunità.



“Lottiamo per la nostra terra, e ci uccidono uno ad uno.”
Eliseu Lopes, leader Guarani



Sabato 29 agosto il leader guarani Semião Vilhalva è stato assassinato da alcuni sicari dopo che la settimana prima la sua comunità aveva rioccupato parte della terra ancestrale, nel Brasile centro-occidentale.

Un bambino di un anno è stato ferito alla testa da un proiettile di gomma anti-sommossa, e ci sarebbero anche altri feriti.

A meno di una settimana di distanza, i sicari hanno attaccato un’altra comunità guarani e hanno bruciato le loro case. La tensione è alta e si sentono quotidianamente colpi di pistola.

I leader Guarani che lottano per il riconoscimento e la restituzione delle loro terre vengono spesso individuati, attaccati e assassinati dalle guardie armate dei proprietari terrieri. Molti di loro hanno ricevuto gravi minacce di morte. Secondo la Costituzione brasiliana, la restituzione di tutte le terre ai Guarani avrebbe dovuto avvenire entro il 1993.

Costretti a vivere in squallide riserve sovraffollate o accampati sul ciglio delle strade mentre i latifondisti si arricchiscono sempre più sfruttando i loro territori ancestrali, i Guarani soffrono tassi scioccanti di malnutrizione, suicidi e violenza. Un’ondata recente di ordini di sfratto minaccia di peggiorare ulteriormente la loro già terribile condizione.

Nonostante le tante promesse, i governi che si sono succeduti hanno sempre mancato di risolvere questa situazione, che è ormai diventata la più grave crisi umanitaria del Brasile.

E-mail inviate: Aiutaci a raggiungere 25.000!


 

Condividi questa E-mail urgente.

 
a: Presidente ad Interim Michel Temer

Target email addresses: sg@planalto.gov.br

 

Al destinatario viene inviato solo il tuo nome, non il tuo profilo Facebook nè l'indirizzo e-mail


Nessun spamming nè cessione a terzi